In questo periodo, le coppie che attraversano una crisi sono motivate a migliore il proprio rapporto per evitare dolorose, costose e spesso inutili separazioni, per questo si rivolgono a Consulenti.  Nella pratica del Counseling per la coppia, il primo passo è  l’accettazione della diversità:

“Nessun uomo” dice Jung “ è tanto virile da non avere in sé nulla di femminile”

In ogni uomo e in ogni donna c’è sia la componente maschile che femminile.

Oggi i ruoli sessuali rigidi sono crollati e la donna è fortemente attratta da un uomo che le presenta il suo lato femminile perché esprime una maggiore libertà e dolcezza, la rassicura, le sembra un migliore partner e un miglior padre per i suoi figli. Per analogia, solo una donna sicura della propria femminilità può esprimere anche la sua parte maschile, ed essere razionale, coraggiosa, intraprendente, responsabile, indipendente, capace di progetto e di comando…

L’amore non è facile, è una conquista e un impegno, un lavoro costante di regolazione e messa a fuoco, all’interno di se stessi e nel “NOI”, il punto d’incontro, il cuore pulsante della Coppia, che è  amore di sé e amore dell’altro.

Coltivare l’amore significa ritrovare la vicinanza, l’intimità attraverso l’espressione della tenerezza con azioni concrete, sguardi, carezze e gentilezza, migliorare la qualità del tempo passato insieme, imparare a comprendersi e sostenersi reciprocamente con la possibilità di comunicare in modo spontaneo, di  capire  il linguaggio del corpo, empaticamente, fare nuovi programmi, rinnovare  interessi comuni, progettare INSIEME, ri-cercare l’intimità sessuale, imparare a difendere e nutrire la Coppia,  con fiducia, pazienza, ottimismo e umorismo. Combattere l’abitudine, la rigidità, la gelosia, la tendenza a dominare, l’egoismo.

La qualità della relazione dipende in gran parte dalla qualità della Comunicazione, nell’amore è importante sapere e poter esprimere ciò che si prova, con i gesti, con le parole, con le azioni, comunicare i propri sentimenti, gli stati d’animo, che se nascosti  possono essere distruttivi.

Possiamo usare il linguaggio con una certa leggerezza quando le relazioni sono serene; diventa importante comunicare in un modo efficace, quando si attraversa un periodo di tensione e conflitti; a causa del cambiamento dell’atteggiamento mentale, nei periodi di crisi i partner mettono in evidenza solo le qualità negative dell’altro e tendono ad essere influenzate dal pre-giudizio in tutta la relazione.

In una coppia innamorata la comunicazione è spontanea, qualunque cosa si dica è interessante, motivante, divertente, ironica; la curiosità verso l’altro supera le barriere, c’è empatia e disponibilità, la Comunicazione è Aperta!

Per migliorare la comunicazione nella coppia è importante:

  1. Chiedere e non pretendere, senza aggressività, sapendo che la risposta può essere un no, tuttavia senza rinunciare a chiedere, nel timore di un no.
  2. Fare domande e non accusare le domande non devono contenere accuse, che interromperebbero il dialogo.
  1. Criticare quello  che l’altro fa e non quello che è, la critica può essere costruttiva, quando viene rivolta al fare, al comportamento e non alla persona.

Quando nasce un conflitto si genera tensione nella coppia e ciascuno dei partner reagisce secondo il proprio schema, riproponendo modalità apprese e inadatte al benessere della coppia. Esistono alcuni atteggiamenti che possono ostacolare il bisogno di cambiamento, e che portano a credere che non si possa cambiare la situazione, che sia inutile sforzarsi, che non ci sia soluzione al proprio problema, sono gli atteggiamenti di passività che vanno interrotti.

Credere che tutti possono sbagliare, avere fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, mettersi in gioco e non avere paura di rischiare sono, invece,  gli elementi che determinano un buon risultato.

Uno dei fattori rilevanti per la buona comunicazione in coppia, è il tempo che gli si dedica: è necessario rispettare i ritmi del pensiero, dell’emozione e della verbalizzazione, senza interrompersi.

Ammettere i propri errori, chiedere perdono, comprendere gli errori e perdonare anche questo fa parte della relazione; all’interno della coppia la fiducia si esercita  ammettendo i propri errori e dando la possibilità all’altro di perdonare.

 

Bibliografia   

Giusti E., Pitrone A. (2004), Essere insieme. Terapia integrata della coppia amorosa, Sovera, Roma.

Giusti E., Bianchi E. (2012), Evolvere rimanendo insieme. Ricerche sulla longevità dei rapporti di coppia per consolidare l’amore e recuperare l’intimità, Sovera, Roma.

 

Consigliati

Gottman J. (2013), Intelligenza emotiva per la coppia, Bur Rizzoli, Milano.

Film: “Il nome del Figlio” (2015),  di Francesca Archibugi

 

ASPIC LATINA

Cristiana Paciotta, Gabriella Matricardi

Aspic Latina